Disco Sinner, intervista per @Cultweek

Splendida intervista a cura di Emy Bernecoli su Disco Sinner (Elijax Records). Qualche estratto:

Direttore d’orchestra, compositore, pianista, musicologo e appassionato di computer, Elijax autore dell’EP “Disco Sinner” ci spiega perché tra Respighi e un sintetizzatore analogico non c’è una grande distanza… […]

EB: Respighi e questo EP: c’è un collegamento?
EAC: Mi appassiona capire come funzionano le cose e appropriarmi del loro meccanismo per ricrearle. Ecco perché il computer. Ecco perché studiare Respighi è stato fin da subito illuminante: quando le sue partiture vengono suonate succede qualcosa di magico. È merito della sua somma perizia di orchestratore: oltre alle ottime idee musicali, la sua padronanza degli strumenti è altissima. La migliore scuola per capire la sua orchestrazione è stata lavorare in prima persona alle edizioni e dirigerne le musiche, dopo averle scoperte negli archivi di tutto il mondo.

Potete leggerlo tutto su: Cultweek

 

 

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *