Biografia

Elia Andrea Corazza - direttore d'orchestra
Elia Andrea Corazza – photo credit Emy Bernecoli

For the English biography click here.

Elia Andrea Corazza (Elijax sotto pseudonimo) è direttore d’orchestra, compositore, pianista e musicologo.

Si è perfezionato nella direzione d’orchestra con Gabriele Ferro a Fiesole e ha frequentato il corso estivo di direzione d’orchestra a Tanglewood (Lenox, MA, U.S.A.). Ha conseguito il dottorato di ricerca in musicologia con una tesi su Igor Stravinskij (relatori: Lorenzo Bianconi e Loris Azzaroni), la laurea DAMS discutendo le trascrizioni di Maurice Ravel (relatrice: Giuseppina La Face), i diplomi di pianoforte, direzione d’orchestra e composizione.

Le sue attività musicali sono state supportate borse di studio e stipendi devoluti dalla Fondazione Cini (Venezia), Houghton Library (Harvard University, U.S.A.), Beinecke Library (Yale University, U.S.A.), Paul Sacher Stiftung (Basilea, Svizzera), John W. Kluge Center della Library of Congress (Washington DC, U.S.A.)

Ha ritrovato l’orchestrazione che Ottorino Respighi fece de La Serva padrona di Giovanni Paisiello per i Ballets Russes di Serge Djagilev nel 1920, considerata perduta. Ne ha curato l’edizione critica per Schott Music, dirigendone nel 2014 il primo allestimento assoluto con l’Orchestra del Teatro Comunale di Bologna, e una nuova mise-en-scène nel 2017 ad opera della Fondazione Orchestra Sinfonica Siciliana.

Tra le orchestre dirette si segnalano inoltre l’Accademia Filarmonica di Bologna, l’Orchestra Virtuozy Lvova di Leopoli, l’Orchestra Giovanile Santa Cecilia di Portogruaro, l’Orchestra Giovanile Italiana di Fiesole, l’Orchestra La Grecìa di Lamezia Terme, e le orchestra da camera, sinfonica e junior del Conservatorio Fausto Torrefranca di Vibo Valentia.

Il suo repertorio spazia dal barocco alla musica contemporanea, sinfonica, operitica e per balletto. Le sue composizioni abbracciano numerosi generi, dall’elettronica alla neoclassica.

Come pianista e pianista camerista, Elia è specializzato nel Novecento italiano. In duo con la violinista Emy Bernecoli, Elia si è esibito in varie tournée internazionali in Europa, USA, Africa e Medio Oriente. Come pianista accompagnatore e preparatore del repertorio operistico, Elia ha collaborato con numerosi cantanti lirici.

I suoi principali àmbiti di ricerca musicologica sono: neoclassicismo, musica seriale, musica operistica (italiana) del diciottesimo e diciannovesimo secolo, musica per balletto (russa, francese e italiana), performing practice, musica e fascismo, patronato musicale Italia-Stati Uniti, compositori italiani del Novecento.

Sotto lo pseudonimo Elijax, ha realizzato musica elettronica commericale, colonne sonore per documentari, cortometraggi e spot pubblicitari. “Moto perpetuo”, regia di Camillo Valle, è risultato vincitore a concorsi tra cui: Premio Montano (Verona, 2015), Blackbird Film Festival (New York City, NY, U.S.A., 2015), Clorofilla Film Festival (Grosseto, 2015), e in concorso al David di Donatello, sezione short movies (2014). Le musiche di “Super 8” e “Bruno van Dyck” sono risultate vincitrici al concorso “Visioni Ambientali” Cineteca di Bologna (2017, terzo premio), e finaliste al Video Concorso Pasinetti, Venezia (2017). Tutta l’attività elettronica di Elijax è documentata sul sito www.elijax.com

Dal 2015 è docente di lettura della partitura e direttore dell’orchestra sinfonica, da camera e junior del Conservatorio Fausto Torrefranca di Vibo Valentia.

Qui potete scaricare il CV esaustivo